sabato 6 settembre 2014



 Enricooo Chiccooo Ciccooo Butinnn, figlio, nipote, a cui mancano quei gesti affettuosi dell'infanzia e dell'adolescenza; dolore sordo percepito in tante poesie, perchè anche si siamo adulti ci mancano quelle creature, che ci hanno concepiti con quell'amore che voremmo provare per qualcuno anche noi.Che dirvi, mi sono incantata a leggere Enrico, la tenerezza che riesce a trasmettere di un uomo chiamiamolo d'altri tempi? O forse un sognatore. Io vi dico evviva gli uomini così, capaci d'amare una donna con quella voglia di tenersela al fianco come un appendice, e non un oggetto da mostrare. Che dire del libro? È come un testo da mettere in musica, ognuno di noi può leggerci ciò che la sua anima vuole percepire.È di sicuro un libro da regalare: alla compagna per dirle ti amo, al compagno per dirgli amami così!


"Tengo stretto tra le mani 
il non senso sensato
dei tuoi capelli nella mia bocca”.




    1)Enrico mi piace come parli dell'amore che provi per tua moglie, lei che dice di suo Panson?
"Mi ha detto che era la lettera d’amore che aveva sempre voluto ricevere nella sua vita.
E per amore io le credo."


2)L'amore è quotidianità cosa non deve mai mancare in un rapporto?
"Non lo so. L’importante e’ che sia e rimanga amore.
Ma non succede mai, la quotidianita’ assassina tutto. Da una scopata ,a una carezza, dal bagno occupato ai “pensavo che tu fossi”, e di realismo, si muore lentamente."






3)Un mondo grigio perla colorato di blu, io immagino così la tua anima, dipingiti tu ora.
"Uno dei miei album si chiama “Le due anime”. Lascio libera interpretazione a queste parole. "

Ascoltate Profumi e Balocchi
letta da Mario Lucarelli



4)Hai viaggiato molto, quale paese ti ha colpito di più?
"L’Irlanda. Sconfinato sogno verde. Allegria e tristezza."



5)Sbaglio o ti piacciono le patatine fritte?
"Non sbagli. Le vie della libidine sono infinite."

6)Roberto Vecchioni posso essere indisponente? Quanto sei più vecchio di me?... la sua prima canzone che ho cantato è stata Samarcanda, la tua?
"Ho cinquattasette anni. Ed ogni canzone di Roberto per me e’ la prima e l’ultima. Succede cosi’ quando
sei amico di un Maestro."



Bene Enrico ho cercato di farti delle 
domande ? ?? 
Solo la voglia di leggerti senza troppi
sentieri ben tracciati, è stato un piacere leggerti e scoprirti.
""Grazie. Belle domande. E,io sono un sentiero,mal tracciato. Ho spesso perso la via. E quando mi perdo scrivo.""

























Ascoltate "Panson" letta dall'attore Mario Lucarelli


A proposito di scrivere
ecco che pensa di Enrico Mario Lucarelli l'attore che ha letto due sue poesie







Le poesie di Enrico...sono senza tempo...leggerle e leggerle ancora ...sempre...sono vere...di pancia..e non hanno paura...nemmeno di avere paura...sono come i classici....e come coloro che sanno scrivere...Enrico ha il dono della sintesi ...che porta azione immediata in ciò che comunica...ha il dono della semplicità ...perché é vero...e poi sa usare la similitudine...da Dante a Shakespeare ...da Poe a Camus...da Wilde alla nostrana Mazzantini in `non ti muovere` ...la similitudine è una magia che affascina...e Enrico é bravissimo in questo...ogni sua poesia...é un film...e poi permette varie chiavi di lettura...tipo....che i poeti son falsi come Gesù ...e partì con lui sul suo crocefisso di carta....un pezzo finale di una sua poesia ..del libro ...Sognando di vivere a 300 all 'ora su una macchinina a pedali....offre la possibilità di riflettere ...poi sta al lettore farne il miglior uso... l 'opportunità di riflettere la offre...poi...io non sono un esperto di critica poetica.....io sento e tramuto...le parole scritte le lascio a chi sa scrivere ...come Enrico Nascimbeni …
                              Mario Lucarelli


Fioralba Focardi
“ “

Posta un commento