mercoledì 4 gennaio 2017

IN QUESTA CASA CHIAMATA VITA

Dell’allegria vorrei vendere a poco prezzo
la malinconia
che assale improvvisa
nelle ore disperse,
comprare un mondo diverso
pieno di stelle sulla strada maestra
alberi capovolti sulla mia testa
quando passa il treno sulla strada ferrata
che porta al tuo nido fuori dal mondo.
Vorrei poi prendere a calci le ore
come un pallone su di un campo arato
spighe dai chicchi viola
lavanda gialla di sole
e un sole azzurro a coronare
la notte che splende di giorno.
Dell’allegria
vorrei solo il sorriso
di un uomo una donna
vecchio o bambino
per un mondo che sappia alla fine
comprendere bene che amare
è l’unico modo per poter vivere
in questa casa chiamata vita.

Post più popolari