lunedì 31 marzo 2014

Ed è sempre così, gli altri hanno preso, usato il tuo tempo,
poi una pacca sulle spalle, e una frettolosa buonanotte, e finalmente il silenzio in cui poterti rifugiare.
Il rifugio è lo scrivere, parole su parole dando sfogo alla tua solitudine.
Cos' domani nessuno se ne renderà conto, di quanto tu invece sei sola.
Perchè è cosi che vanno le cose, io sono una che non può essere sola, non ho mai dato questa impressione, ed invece lo sono e tanto.
Non nel senso che non ho nessuno intorno, o che non ho amici, io sono fiore lei c'è. Mai stanca, mai triste, lei non ha mai bisogno di niente.
Lei non ha soldi? Ma dai..guarda come veste! Invece sono oggetti da poco, oppure abiti di quando ero un po' più giovane, e mia mamma mi ha  riadattato.
Lei sta male?Ma quando mai.. ed invece ho dolore ma non mi lamento.
Lei triste? Ma no lei non lo è mai, lei è sempre allegra.
Ma cazzo non è così, sono un pezzo di carne anch'io, come tutti gli altri,eppure
agli occhi di tutti  io sembro perfetta. Nessuno sà quante volte la notte volevo morire,ma poi al mattino mi dicevo no oggi posso farcela, e poi la notte seguente era lo stesso, notti e giorni uguali, dove sopravvivere era normale, come una mendicante, chiedevo di esistere.
Oggi esisto scrivendo, dando sfogo alle mie tristezze e solitudini.
Sono forte, ho le spalle ben rodate, non mollo e non permetto più a nessuno di farmi del male, ma questo mi ha tagliato le gambe, in amore.
Sono diventata una donna -uomo, capace di picchiare, anche se solo con le parole, al primo cenno di violenza psicologica o fisica, o,  anche al solo approccio appena un po' più volgare che mi riporta indietro nel tempo.
Io sono quella ragazzina che recitava poesie davanti allo specchio,oppure  parti di film visti alla televisione, io sono la monella, che incendiava fuscelli, oppure la ribelle che scioperava per un ingiustizia,quella che picchiava i ragazzi, e quella che s'incantava a guardare le stelle.
Io sono tante cose in un corpo solo,ho tanti sogni, e tanta solitudine, da macerare nel tritacarne della notte.

VOGLIO SENTIRE

E sono sempre io
che me ne vado,
lascio i sentieri
troppo battuti,
non amo la ressa
amo il silenzio
fatto di mille parole.
Ho odiato parole
che erano schiaffi
e rumorosi silenzi.
Voglio un uomo che parli,
mi racconti i suoi dolori
le sue sconfitte
le sue vittorie.
Che siano una
o mille notti,
voglio sentire
parlare il silenzio.

Fioralba Focardi 31/03/2014
Copyright © tutti i diritti riservati

Rolling Stones - She's a rainbow (Ella es un Arcoíris) (+playlist)

TU L'UOMO CHE AMO DI PIÙ

Dopo nove mesi
in cui io ti ho parlato,
immaginato,
parlando a te anima piccola
che si muoveva dentro di me.
Ti ho appoggiato sul cuore
batuffolo roseo
con piccole grinze
sulla pelle appena uscito
dal mio grembo.
Una manina
si è subito impossessata
del mio dito stringendolo
con forza e quasi possesso,
non ce n'era bisogno
io ero già tua sin dall'inizio.
Piena è la luce se ho
la mano tua da tenere
ancora con me,
tu mio figlio,
l'uomo che amo di più

Fioralba Focardi 31/03/2014
Copyright © tutti i diritti riservati

domenica 30 marzo 2014

NON C'È NIENTE PER ME

E non c'è niente per me,
nessuna carezza
nessuna mano che accarezzi
la mia solitudine.
Cuore ormai stanco
di andare ramingo,
non ha più voglia di sognare
se non per far felici
altri cuori che hanno ancora
la voglia di farlo.
Non c'è conforto
non c'è amore,
solo notti nere
senza un amore,
A volte mi dico mi arrendo,
ma poi domani riparto
ancora più forte,
ma sempre più da sola.

Fioralba Focardi 30/03/2014
Copyright © tutti i diritti riservati
immagine presa dal web
E POI TU DIMMI

E poi tu dimmi
non è bello sapere che
ti sto pensando,
come un pensiero solitario
fra mille pensieri?
Pensarti nel sorriso
baciato dal sole,
o nello sguardo assorto
illuminato di luna.
Come un palpito sei entrato
d'improvviso nel pensiero,
galleggi e rimani
a mezzo dell'anima.
Indecisa se soffiarti via
o farti entrare del tutto,
ti lascio la chiave
sulla porta
del cuore.

Fioralba Focardi 29/03/2014
Copyright © tutti i diritti riservati
immagine presa dal web
DUE SCHIAFFI DI PAROLE

Vorrei parlarti,
così come si fa fra amici
e conoscenti.
Seduti ad un tavolino
riuscendo ad andare oltre
i nostri dolori senza ferirsi.
Non è una parola
che può far male è vero
ma spesso chi ha
il cuore incoronato di spine,
non riesce a vedere l'inizio
ma solo la fine.
Vorrei parlarti,
da donna a uomo,
sfidando ciò
che ne potrebbe venir fuori.
Due schiaffi di parole nell'aria
oppure un bacio,
io non lo so,
ma forse sono io che sbaglio
e ti vedo diverso,
ma forse nemmeno tu lo sei.

Fioralba Focardi 30/03/2014
Copyright © tutti i diritti riservati

Aleandro Baldi - Come le stagioni

Aleandro Baldi - Come le stagioni
I LILLÀ

E arriverà aprile
e fioriranno i lillà,
inondando la stanza
del suo profumo,
grappoli come uva
i fiori raccolti
come pannocchie
su di un unico stelo
regalano
dolci incanti emozionali.
Li fra le fronde di notte
ci trovi le fate,
piccole e dolci
innamorate dei sogni,
e se lasci la  finestra aperta
il suo odore t'inebria
poi sognare serena.
E arriverà aprile
e fioriranno i lillà,
e con loro fiorirà
anche il mio cuore.

Fioralba Focardi 30/03/2014
Copyright © tutti i diritti riservati
immagine presa dal web

Zen Relax - Musica rilassante

sabato 29 marzo 2014

scorrono le ore nella notte, silenziose scivolano fra polverosi minuti,
lasciando orme di sogni nei pensieri cullati.
buonanotte
Quando ho pubblicato la poesia su Ayrton Senna  in un gruppo, mi sono ritrovata attaccata da una signora, che asseriva che in questa mia poesia
facevo di un uomo pagato per rischiare un eroe.
Ora tutto è questo mio scritto che un elogio alle corse, ma solo un ricordo personale di una persona amata dalle persone comuni, che spesso hanno la vista più lunga di molti, intellettuali e personaggi di rilievo.
Ayrton in molti lo conoscevano per quello che la stampa mostrava di lui,
ma vi siete mai soffermati a guardare dei video vecchi, dove riprendevano il suo sguardo? provateci ancora oggi, quando io li guardo, ci vedo quello che era veramente e che resterà per sempre,una gran bella persona   

Lucio Dalla - Ayrton


AYRTON SENNA

Sei nato il primo giorno di primavera
e forse per questo avevi quello sguardo limpido
come è il cielo quando ha piovuto,
nei tuoi occhi scuri.
Non ti conoscevo
ma seguivo tutte le tue gare,
le tue foto sui giornali
con quell'attrice
o l'altra modella.
Ma era solo la facciata che il mondo
vedeva di te.
Chi ti amava veramente
sapeva bene com'eri,
la tua personalità schiva
il tuo modo di credere in un Dio
che un giorno ti ha abbandonato,
la tua bontà con gli umili e i disadattati.
eri un timido coperto d'arroganza,
ma solo per quelli che non capivano
la tua delicatezza d'uomo.
Amavi la velocità
era la tua compagna,
la temevi la rispettavi
e lei si faceva docile sotto
il tuo controllo.
Quel giorno
io lo ricordo bene ero li che ti seguivo
su una poltrona come sempre
saluti ti metti il casco,
giro di prova,
si accendono le luci
e tu che parti
verso quella maledetta curva
e poi la macchina impazzita
quello schianto nel muro
visto mille e mille volte,
e sempre con la solita incredulità,
la macchina ferma,
la tua testa accasciata inerme
e tu che abbandonavi questo mondo
in una domenica di sole,
tu il più grande dei campioni
Ayrton Senna

Fioralba Focardi 24/09/2013
Copyright © tutti i diritti riservati
immagine presa dal web

Solo e triste | Storie, Pensieri e Riflessioni

Solo e triste | Storie, Pensieri e Riflessioni

giovedì 27 marzo 2014

LA MIA CASA NEL MUGELLO

Svegliarsi la mattina
in una vecchia casa di campagna,
immersa nei verdi boschi
su nell'alto del mugello.
Il sole entra dalla finestra
e puoi osservare
il pulviscolo illuminato
dai caldi raggi,
danzare per la stanza.
C'è quell'odore antico
nella stanza,
e tanta pace intorno.
Poi scendere le scale
ed entrare nella cucina,
grande come quelle di una volta,
le travi son di legno
e la cucina economica
irradia calore
ed il profumo della legna.
Se poi entri nel giardino
t'immergi nel verde intenso
dell'erba e di quel bianco candido
di tenere pratoline che occhieggiano
ancora intorpidite dalla brina.
La mia casa nel mugello,
è sempre piena di risate
e di chiacchere infinite.
Li ci sono stati matrimoni,
comunioni battesi e compleanni.
È un regno incantato
dove vivono i ricordi.

Fioralba Focardi 26/03/2014
Tutti i diritti riservati ®
immagine personale.uno scorcio del giardino

mercoledì 26 marzo 2014

L'amore che cos'è?
Parlare con tuo figlio a mezzanotte rientrato dallo stadio bardato e infuriato nero, discutere di come abbiamo giocato male, e dividersi la cioccolata prima di dirsi buonanotte.
Avere dei progetti e cercar di metterli in fila sulla scala della vita, e poi addormentarsi sapendo che sei ancora all'inizio dell'impresa.
L'amore è svegliarsi che è appena l'alba, e aver dormito solo poche ore, prepararsi il cappuccino e guardare dalla terrazza svegliarsi il mondo.
Ci sono merli che cantano all'amore, il cinguettio dei passeri, ed anche dei piccioni, anziani che se ne vanno a far la fila per prendere il posto, per le analisi del sangue.
Amore è guardare il cielo che ha voglia di mettersi a piangere, amare è tutto questo e molto altro.
BUONGIORNO A TUTTI

immagine presa dal web
PROFUMO DI ZAGARE

Ed è bello pensarti domani
nell'incontro di uno sguardo
nel profilo del vento,
nel sussurro di un giorno
incorniciato di stelle.
Mentre cammino
nel mio oggi,
incontro a gemme
in boccio di sogni,
il l'odore dell'alloro nei boschi
inghiottiti dalle notti argentate
si spande nell'aria
come il profumo di zagare
sulla riva del mare.

Fioralba Focardi 26/03/2014
Tutti i diritti riservati ®
immagine presa dal web
QUELLA CHE VOGLIO ESSER IO

Libertá è una gonna
che svolazza al ritmo
delle tue gambe
e i tuoi capelli scompigliati
da quel vento,
mentre i tuoi passi
s'affrettano dove
è il tuo richiamo
Stamani c'è vento
nei vicoli del cielo,
sfrondano gli alberi
operosi giardinieri ,
mentre le nuvole galoppano
come puledri
liberi nell'infinita prateria.
Libertà è scegliere di essere
quella che voglio esser io,
accolta come un dono
prezioso e delicato,
cristallo fragile io sono.

Fioralba Focardi 25/03/2014
Tutti i diritti riservati ®

immagine presa dal web
MI RIEMPIO GLI OCCHI DI TE

Mi riempio gli occhi di te,
la tua foto sul comodino
rimanda il tuo sguardo
di sognatore.
Imprimo nel sogno
il tuo sorriso che sa di menta
e profuma il respiro.
Mi riempio gli occhi di te,
io sfoglio l'album
istantanee foto di me e di te,
raccolte e messe li
perché io possa riempirmi
gli occhi di te,
per quando tu sei lontano,
per quando io mi sento sola.

Fioralba Focardi21/03/2014
Tutti i diritti riservati ®

dipinto Eduard Hopper Nudo alla finestra
TACCHI A SPILLO

Quindicenne ribelle,
pantaloni strappati e a toppe multicolori,
maschiaccio per natura,
saliva sugli alberi
dava fuoco ai fuscelli,
saltava agli ostacoli
sulle rose del babbo.
Scavare
buche enormi in giardino
per cercare
reperti antichi
novella archeologa,
di colpo,
s'innamora di un paio di scarpe.
oh come le ricordo
quelle scarpe
erano colore dell'ocra
un tacco sottile
legate alla caviglia.
E da allora,
continuo a camminare in equilibrio
su tacchi sottili
come cammino sulla vita,
ondeggiando con grazia ed eleganza
senza perdere mai l'equilibrio.

Fioralba Focardi26/03/2014
Tutti i diritti riservati ®

EDEN

martedì 25 marzo 2014

QUELLA CHE VOGLIO ESSER IO

Libertà è una gonna
che svolazza al ritmo
delle tue gambe
e i tuoi capelli scompigliati
da quel vento,
mentre i tuoi passi
s'affrettano dove
è il tuo richiamo
Stamani c'è vento
nei vicoli del cielo,
sfrondano gli alberi
operosi giardinieri ,
mentre le nuvole galoppano
come puledri
liberi nell'infinita prateria.
Libertà è scegliere di essere
quella che voglio esser io,
accolta come un dono
prezioso e delicato,
cristallo fragile io sono.

Fioralba Focardi 25/03/2014
Tutti i diritti riservati ®
Buongiorno e buon mercoledì
buonanotte a domani

La stella piu' bella del cielo (Filippo)

http://www.armandoscicchitano.it/biografia/

Coldplay - Charlie Brown

buona serata a tutti
Questa poesia è una di quelle che amo di più....anche se alla presentazione non volevo leggerla... per un motivo personale.Spesso l'ironia ci salva
un caldo pazzesco... 16 / luglio/ 2012

COME MESSALINA
In questa
Roma moderna,
passeggio fra colonne
e palazzi,
il Colosseo mi accoglie.
Girando fra i ruderi,
mi vedo come una
vergine martire,
e tu la belva pronta
a ghermirmi.
Così
mi lascio trasportare ,
novella messalina,
in cerca d'amore !
In questo luglio assolato,
cammino per Roma.
Ti sento vicino,
ma non lo sai!
Qualsiasi distribuzione o fruizione non autorizzata costituisce violazione dei diritti dell’editore e dell’autore e sarà sanzionata civilmente e penalmente secondo quanto previsto dalla legge 633/1941.

sabato 22 marzo 2014


VOGLIO TENERE

Voglio tenere la testa
appoggiata alla tua spalla,
sentire l'odore del dopo barba
mescolato al tuo sudore.

Ho voglia di sentirmi fragile
indifesa come bambina,
e lasciarmi sopraffare
dal tuo desiderio.

Ti voglio nudo sopra di me,
nel dolce dondolio di corpi in apnea
il sudore che incolla la pelle,
accaldati di fame e di baci.

Tu che sei ciò che cercavo,
nel mio pellegrinare randagio,
gatta selvatica infreddolita
affamata d'amore.

Voglio tenere la testa
appoggiata alla tua spalla
sentire pulsare il tuo cuore
riempirsi di me.

Fioralba Focardi20/03/2014
Tutti i diritti riservati ®


VESTITA DI MISTERO

E posso andar lontano
vestita di mistero
con calze nere e giarrettiere
ma poi mi vesto da colomba,
quando son fra le tue braccia.
Non è che il nero dei miei veli
mi rende più disposta,
è solo la tua bocca
ad eccitare le mie voglie,
che poi non sono così strane
quando riguardano te
e il nostro piacere.
Non abbiamo bisogno
ti tanti fronzoli e pizzi
ma solo di uno sguardo
e il resto più non conta.

Fioralba Focardi 22/03/2014
Tutti i diritti riservati ®
Buongiorno e buon fine settimana 

mercoledì 19 marzo 2014

EPPUR T'AMO

Eppur t' amo,
e mi manchi così tanto
che soffoco fra lacrime
e singhiozzi.
Eppur t'amo
di quel folle amore
mai appagato,
della tua presenza.
Uno sbattere di ciglia,
uno sbadiglio,
un sorriso
il tuo buongiorno
sono gesti che ho raccolto
dentro ad un cesto
intrecciato di parole
e di baci.
Eppur t'amo,
oggi che ho più bisogno
di te,
sei lontano ,
e chissà se un po'
sono dentro ai tuoi pensieri.
E pur t'amo.

Fioralba Focardi 19/03/2014
Tutti i diritti riservati ®

lunedì 17 marzo 2014

TITOLO: Il mio Angolo segreto
AUTORE: Fioralba Focardi
COLLANA: Poesia
CODICE ISBN: 978-88-91103-74-1
PREZZO € 10 per informazioni contattarmi in privato
o alla mia mail focardifiore@gmail.com

Google Italy Blog: In anticipo: buona Giornata Internazionale della D...

Google Italy Blog: In anticipo: buona Giornata Internazionale della D...: Le donne sono storicamente poco rappresentate in molti ambiti: le scienze, i programmi scolastici, gli affari, la politica e, purtro...
Buongiorno e buon inizio settimana

sabato 15 marzo 2014

Claudio Baglioni Tu Come Stai-Noi No-Dal Royal Albert Hall di Londra 29 ...

Claudio Baglioni - In un'altra vita .........io e te e quel nostro bene


http://www.attualita.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=2499%3Asolo-la-scrittura-salver%C3%A0-il-mondo-dall%E2%80%99aridit%C3%A0-spirituale&Itemid=36
http://www.attualita.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=2499%3Asolo-la-scrittura-salver%C3%A0-il-mondo-dall%E2%80%99aridit%C3%A0-spirituale&Itemid=36
buongiorno

SVEGLIARSI

Svegliarsi

con la consapevolezza

dell' amore tuo.

Il Mio Angolo Segreto

Qualsiasi distribuzione o fruizione non autorizzata costituisce violazione dei diritti dell’editore e dell’autore e sarà sanzionata civilmente e penalmente secondo quanto previsto dalla legge 633/1941.
l'ideale di colazione

Post più popolari