lunedì 31 marzo 2014

TU L'UOMO CHE AMO DI PIÙ

Dopo nove mesi
in cui io ti ho parlato,
immaginato,
parlando a te anima piccola
che si muoveva dentro di me.
Ti ho appoggiato sul cuore
batuffolo roseo
con piccole grinze
sulla pelle appena uscito
dal mio grembo.
Una manina
si è subito impossessata
del mio dito stringendolo
con forza e quasi possesso,
non ce n'era bisogno
io ero già tua sin dall'inizio.
Piena è la luce se ho
la mano tua da tenere
ancora con me,
tu mio figlio,
l'uomo che amo di più

Fioralba Focardi 31/03/2014
Copyright © tutti i diritti riservati
Posta un commento

Post più popolari